Tecnica anestesiologica in chirurgia estetica

Chirurgia estetica anestesia

Chirurgia estetica anestesia: Quale è la migliore?

Gli interventi di chirurgia estetica sono caratterizzati dal fatto che il paziente operato presenta uno stato di salute buono e che il campo d’azione è limitato alla superficie corporea (tessuto cutaneo, pannicolo adiposo e raramente alcune fasce muscolari). Lo sviluppo delle tecniche anestesiologiche e farmacologiche permette in queste circostanze l’impiego di una procedura meno invasiva dell’ anestesia generale e comunque in grado di offrire al paziente un’ esperienza chirurgica sicura e confortevole.

Una tecnica anestesiologica soddisfacente deve produrre un’analgesia (assenza di dolore) efficace, con un grado di sicurezza massimo per il paziente. Visto il tipo di chirurgia è inoltre desiderabile un tempo di ripresa post operatorio veloce e senza particolari effetti collaterali. Il paziente di solito desidera non essere vigile durante la procedura.

La Pallaoro Medical Laser – in sintonia con le procedure moderne indicate dalla American Society of Aesthetic Plastic Surgery – esegue gli interventi chirurgici in anestesia locale e sedazione oppure anestesia loco regionale (peridurale) e sedazione. Questo approccio combina tutte le caratteristiche desiderabili di un’anestesia efficace.

  • Analgesia durevole e mirata
  • Sicurezza biologica per il paziente
  • Paziente non vigile durante l’intervento
  • Ripresa veloce dopo l’intervento
  • Minore rischio
  • Effetti collaterali rari e non importanti

L’ anestesia viene eseguita da un medico specialista in anestesia con un’ esperienza almeno ventennale. Inizia con la sedazione del paziente per poi infiltrare nella zona interessata l’anestetico locale. Insieme viene inoltre infiltrata adrenalina (vasocostrittore) diluita nelle proporzioni adeguate. L’afflusso di sangue viene drasticamente ridotto durante l’effetto dell’anestesia permettendo al chirurgo di operare in maniera più nitida grazie al campo operatorio non cruento. Il paziente dorme grazie alla sedazione e non sente dolore grazie all’ anestesia locale. Finito l’intervento il risveglio è veloce e la ripresa è immediata.

Ovviamente il protocollo deve essere personalizzato e specifico per i diversi tipo d’intervento. L’anestesia per l’addominoplastica è peridurale con soluzione tumescente e sedazione modulata. L’anestesia per la rinoplastica è anestesia locale con epinefrina e sedazione profonda. L’anestesia per la vaginoplastica è locale con sedazione leggera.

Sicurezza e anestesia della chirurgia estetica

Oltre alle caratteristiche intrinseche del protocollo anestesiologico, la sicurezza anestesiologica è legata alla presenza di un anestesista di sicura capacità ed esperienza ed alla dotazione di adeguati strumenti di monitoraggio delle funzioni vitali del paziente. Inoltre l’esecuzione dell’ intervento deve avvenire in una sala operatoria a norma con le richieste dotazioni per la gestione di eventuali effetti indesiderati.

Il dolore dopo l’intervento

Un altro grande vantaggio dell’ anestesia della chirurgia estetica è la prolungata analgesia della zona del corpo sottoposta ad anestesia. L’anestetico locale infiltrato direttamente nell’area interessata permane a lungo anche grazie agli effetti dell’adrenalina che “trattiene” in loco il farmaco anestetico.