Trattamento del “Codice a barre”

L’inestetismo del codice a barre sorge nella zona labiale e più precisamente si tratta delle rughe verticali che si presentano attorno alle labbra. Queste rughe si possono presentare come un vero e proprio problema estetico, specie per le pazienti di sesso femminile. Questo inestetismo conferisce alla persona un aspetto triste e vecchio.

Cause

I fattori che possono portare a far apparire il cosiddetto codice a barre, prevalentemente nella zona sopralabiale, è imputabile principalmente all’invecchiamento della pelle, con la perdita del volume. Le stesse rughette, però, sono considerate anche una conseguenza della mimica facciale e dunque possono sorgere anche per via di alcuni comportamenti continui, come il gesto del fumare.

Le cause del “codice a barre” di solito sono dovute ad una combinazione dei seguenti fatto:

  • invecchiamento cutaneo
  • eccessiva esposizione solare
  • fumo
  • ridotto spessore cutaneo

Chirurgia estetica delle rughe “codici a barre”

Rughe a codice a barreLe rughe presenti nella zona sopralabiale orientate verticalmente assumono questo nome perché la loro forma ricorda il codice a barre per la lettura laser ed identificativo dei prodotti. Ci sono due tipologie di trattamenti possibili per questo inestetismo. In primo luogo è possibile procedere con infiltrazioni di acido ialuronico per riempire le rughe da dentro e quindi ridurre efficacemente il difetto. Questa tecnica ha risultati buoni ed immediati ma con effetti temporanei (6-12 mesi). La tecnica alternativa è il peeling laser che prevede la evaporazione dell’epidermide nella zona interessata. La successiva guarigione comporterà la riduzione drastica e permanente delle rughe. Questa tecnica è consigliabile solo a coloro che non hanno problemi di cicatrizzazioni ipertrofiche o cheloidee appartenenti al fototipo 1 o 2.

Risultato

Il risultato con la tecnica del filler (acido ialuronico) è immediato, efficace ma temporaneo. Per mantenerlo il paziente dovrà sottoporsi a sedute integrative di filler ogni 6 mesi.

Il risultato con il peeling laser è efficace e permanente ma la guarigione è lenta e presenta controindicazioni. Il peeling inoltre può assottigliare la pelle già probabilmente sottile.

Vedi indice degli inestetismi