Diradamento dei capelli

Il diradamento dei capelli si configura come un inestetismo dovuto ad una condizione fisiologia. La stessa si presenta con la caduta dei capelli nell’uomo, con il diminuire dei capelli situati nella zona frontale e della cima del capo. Nella donna, invece, non esiste una zona precisa in cui i capelli si diradano, ma il fenomeno è più esteso.

Cause del diradamento dei capelli

Le cause del diradamento dei capelli sono davvero tantissime e non si può sintetizzarle in questa sede. Il più frequente motivo è quello dell’ eccessiva sensibilità follicolare all’azione del diidrotestosterone, ormone maschile derivato dal testosterone. Il problema non è la presenza del testosterone ma la sensibilità – trasmessa geneticamente e quindi ereditaria – dei bulbi a questo ormone. I capelli vengono così disattivati generando il progressivo diradamento. Questo meccanismo è chiamato alopecia androgenetica. Ci sono molti altri tipi di calvizie, meno frequenti, causate da diversi fenomeni.

Chirurgia estetica del diradamento dei capelli

La chirurgia estetica può fare molto nei casi di diradamento dei capelli e conseguente calvizie. Prima di procedere con qualunque tipi di cura si dovrà stabilire con precisione il tipo di problema specifico, la causa e conseguentemente decidere sulla terapia.

Sul diradamento in corso è consigliabile procede con una terapia clinica chiamata PRP che comporta l’infiltrazione di Plasma Ricco di Piastrine nel cuoi capelluto. Questo rivitalizza le cellule follicolari migliorando sensibilmente la situazione.
In caso di diradamento conclamato sarà invece possibile procede con il trapianto capelli che comporta l’ estrazione –una a una – delle unità follicolari dalla zona donatrice e l’impianto delle stesse nella zona diradata. La tecnica impiegata alla Pallaoro Medical Laser non lascia cicatrici e perciò offre un grado di soddisfazione – normalmente – molto buono.

Risultato

Il risultato ottenibile in una persona soggetta a diradamento dipende da moltissimi fattori biologici, anatomici e psicologici. In generale le tecniche terapeutiche e chirurgiche sono molto migliorate e quindi permettono un sostanziale miglioramento dell’immagine del paziente.

Vedi indice degli inestetismi

Diradamento capelli uomo

Il diradamento dei capelli nell’uomo segue uno schema ben preciso descritto dalla scala Norwood. In pratica la perdita dei capelli inizia dall’ arretramento delle stempiature e poi da quelle della attaccatura frontale. La chierica si evidenzia e progressivamente si uniscono le zone calve come illustrato nella tabella. Esistono alcune varianti al percorso del diradamento maschile ma sostanzialmente lo schema di fondo rimane invariato. I capelli rimasti nel paziente di grado 6 / 7 della scala di Norwood sono resistenti agli influssi negativi degli ormoni androgeni.

scala norwood calvizie alopecia androgenetica