Inestetismi chirurgia estetica naso

Inestetismi corretti con la chirurgia estetica naso

Intervento di chirurgia estetica del naso

Alla Pallaoro Medical Laser la chirurgia estetica del naso costituisce una eccellenza assoluta. Sono tantissimi i pazienti che si rivolgono con serenità alla Pallaoro Medical Laser per correggere piccoli e grandi inestetismi nasali. Modellare correttamente il naso può comportare un beneficio estetico di grande rilievo perché rendere armonica la piramide nasale con il resto del volto offre un miglioramento dell’aspetto generale del viso straordinario.

Chirurgia estetica del naso – Rinoplastica

La procedura di rinoplastica, quando ben eseguita e studiata, è in grado di eliminare anche il singolo difetto che disturba l’armonia dei tratti della piramide nasale, riportando il naso a forme e dimensioni che si fondono con eleganza nel contesto del viso. Quindi, a seconda del difetto presentato, il chirurgo potrà intervenire esclusivamente sulla porzione interessata, che sia essa ossea, cartilaginea o cutanea, mantenendo inalterate le caratteristiche somatiche che rendono unica la persona.

Chirurgia estetica naso aquilino

Il “naso aquilino” presenta un dorso del naso che ricorda la forma del becco dell’ aquila. L’ inestetismo in questione è molto comune in Italia e quindi la rinoplastica per correggere questo difetto è frequentemente eseguita alla Pallaoro Medical Laser. L’ intervento richiede il rimodellamento della piramide nasale rimuovendo la porzione del dorso del naso che conferisce la particolare forma del naso.

chirurgia estetica naso aquilino

Chirurgia estetica naso a patata

Il “naso a pata” presenta la punta grossa e tondeggiante. L ‘inestetismo è dovuto alla morfologia cartilaginea e alla presenza di adiposità. Il “naso a patata” rende il viso poco elegante. La chirurgia per correggere questo difetto estetico consiste nel rimuovere il grasso in eccesso e rimodellare le cartilagini. Se non sono presenti altri inestetismi, questa rinoplastica non modifica la struttura ossea della piramide nasale.

chirurgia estetica naso a patata

Chirurgia estetica naso lungo

Il “naso lungo” presenta una piramide nasale con una lunghezza superiore a quella armonicamente coerente con il resto del viso. La rinoplastica per correggere l’ inestetismo deve ridurre proporzionalmente l’ intera struttura anatomica. Per determinare la lunghezza adatta del naso si dovrà considerare la morfologia del viso e progettare una chirurgia focalizzata sulla naturalità del risultato.

chirurgia estetica naso lungo

Chirurgia estetica naso deviato

Il “naso deviato” è normalmente dovuto ad un evento traumatico che modifica la forma della piramide nasale e/o del setto nasale. Questo intervento consiste quindi non nel modellamento estetico del profilo ma nella correzione funzionale del naso. Evidentemente questa correzione comporterà il raddrizzamento della struttura anatomica con i dovuti benefici estetici.

Anestesia per operare il profilo nasale

La Pallaoro Medical Laser è dotata di un servizio d’anestesia di primo livello. Lo stesso si avvale di una squadra d’anestesisti con esperienza pluriennale in in sala operatoria. Questi professionisti sono in grado di eseguire un protocollo anestesiologico personalizzato ed ottimizzato in relazione alle caratteristiche del paziente. A seconda dello specifico caso si potrà procedere con l’intervento nasale in anestesia locale con sedazione profonda oppure anestesia generale. Entrambe le tecniche sono sempre supportate da attrezzature tecnologiche d’avanguardia per tutelare la salute del paziente.

Chirurgia funzionale ed estetica del naso: Rinosettoplastica

Resta comunque limitativo chiudere la definizione di rinoplastica nel campo estetico. Oggi, a rifarsi il naso è anche chi accusa difficoltà respiratorie dovute a deviazioni del setto o a ipertrofia dei turbinati. Infatti la procedura chirurgica della rinoplastica può prendere in considerazione anche l’aspetto funzionale del naso, correggendone le dismorfie anatomiche che causano una difficoltà di respirazione (rinosettoplastica).

Tra i necessari criteri di valutazione per lo studio del nuovo naso, oggi c’è anche il setto e la struttura mucosa interna (turbinati): non avrebbe certo senso sfoggiare un delizioso profilo che fa restare a bocca aperta…perché altrimenti non si respira!

La settoplastica viene condotta nel corso della seduta chirurgica di rinoplastica e corregge con successo le difficoltà respiratorie e i difetti estetici in un unico tempo chirurgico senza ricovero ospedaliero.

Finalità moderna

In passato la finalità di questo intervento era quello di modellare il naso trasformandolo in un profilo “standard”. Il naso bello era sottile e leggermente all’ insù. Tale approccio nella chirurgia estetica moderna è stato completamente sostituito: Il naso bello è quello armonicamente coerente con il resto del viso.

La chirurgia estetica del naso si pone quindi come obiettivo il riportare entro parametri di proporzione questo elemento centrale del viso, in modo che si possa armonizzare con gli altri elementi del volto con molta naturalità, senza stridere. Ecco dunque l’esigenza di adattare la procedura chirurgica anche al carattere e soprattutto al sesso di chi si sottopone alla rinoplastica: un rigido naso greco mal si adatterebbe ad un viso sottile ed aggraziato di una ragazza, così come un dolce nasino all’ insù risulterebbe ridicolo in uomo dai tratti decisi.

Età ideale per

Il naso è soggetto ad una evoluzione morfologica importante durante l’ adolescenza. La maggioranza dei bambini presente un profilo nasale esente da inestetismi. Durante lo sviluppo il naso cresce e si modifica evidenziando le caratteristiche personali derivate dai genitori. Se i genitori presentano nasi “importanti”, il figlio che da piccolo aveva una naso “normale”, crescendo svilupperà una conformazione similare a uno dei genitori.
Tale considerazione induce chiaramente ad escludere dall’ intervento i pazienti che non abbiano completamente concluso lo sviluppo corporeo. Fare la chirurgia estetica naso a un paziente di 16 – 17 anni comporta il netto rischio di vedere modificato il risultato ottenuto a seguito del successivo sviluppo osseo. Conseguentemente è necessario aspettare che il paziente sia “stabile” dal punto di vista estetico per procedere con qualunque modifica chirurgica.

Un altro fattore che sconsiglia la realizzazione dell’ intervento in maniera prematura è la necessità che il paziente abbia raggiunto una maturità psicologica tale da poter esprimere una scelta consapevole e conseguente un valido consenso informato alla chirurgia.