iperidrosi

Le zone del corpo che possono presentare iperidrosi con maggiore frequenza sono viso, piedi, ascelle e zona genitale

Iperidrosi botulino: terapia eccessiva sudorazione

Iperidrosi è il nome dell’imbarazzante patologia dell’eccessiva sudorazione. Le parti del corpo più colpite e che creano maggio disagio sono mani, piedi e ascelle. Chi ne soffre spesso si isola e sente compromessa la sua sicurezza negli ambiti sociali e lavorativi. Tra l’altro il problema è spesso sottovalutato dai medici che non lo ritengono una patologia, quale invece è e come tale va trattata. La soluzione, grazie all’avvento della tossina botulinica è molto semplice e rapida ed elimina tutti i disagi provocati dalla vecchia procedura chirurgica.

Trattamento iperidrosi

Paziente adatto al trattamento anti iperdrosi con botulino?

Il paziente adatto al trattamento con il botulino presenta eccessiva sudorazione a:

  1. Mani
  2. Piedi
  3. Ascelle
  4. Testa

Il Botulino blocca temporaneamente la produzione di acetilcolina, il composto chimico coinvolto nella trasmissione degli impulsi nervosi alla ghiandola sudoripara. In questo modo manca alla ghiandola il catalizzatore dell’impulso e la produzione di sudore viene limitata.

Il trattamento è molto efficace e soddisfa le aspettative della maggioranza dei pazienti.

Iperidrosi palmare

L’iperidrosi delle mani può rappresentare un “muro” nell’interazione sociale

Cause dell’ iperidrosi

L’ eccessiva sudorazione si manifesta a causa della sovrabbondante reazione delle ghiandole sudoripare allo specifico  stimolo cerebrale. La sudorazione in sé è una reazione normale dl corpo per la autoregolazione della temperatura. Le ragioni invece della sudorazione eccessiva non sono ancora chiari alla scienza ma certamente è causata da un’insieme di fattori.

Un’eccessiva innervazione delle ghiandole del sudore e lo stress emotivo sono il motore di base di questo inconveniente. Altri fattori come la menopausa e l’ipertiroidismo aggravano il problema. Per determinare in maniera più precisa le cause della specifica iperidrosi è necessario sottoporsi a visita medica.

Rimedi per l’ iperidorisi

Quando l’ iperidrosi provoca un disagio tale da compromettere i rapporti sociali, è opportuno ricercare una soluzione che vada oltre al semplice uso di cosmetici “anti sudore” che non hanno un’ efficacia comprovata.

I rimedi dell’ iperidrosi sono sostanzialmente:

  • Intervento chirurgico di rimozione delle ghiandole sudoripare
    Si tratta di un vero e proprio intervento chirurgico da considerare in casi estremi che prevede il raschiamento e la rimozione delle ghiandole. Si esegue in anestesia locale e offre un risultato permanente di diminuzione discreta della sudorazione.
  • Infiltrazioni di botulino
    Questo trattamento non invasivo prevede l’infiltrazione di botulino nella zona interessato. Il botulino blocca la trasmissione dell’impulso nervoso alla ghiandole sudoripare. Il risultato è temporaneo ma con una drastica riduzione della sudorazione. Questo trattamento riscuote un grado di soddisfazione molto elevato. Questa tipologia di trattamento non richiede alcuna preparazione specifica.

Botulino per l’ iperidrosi

Il trattamento solitamente viene realizzato dopo la visita specialistica in quanto non richiede una preparazione specifica. La seduta, della durata media di 15-30 minuti, è praticata in ambulatorio senza anestesia e consiste nell’infiltrazione superficiale di Botulino tramite un sottilissimo ago. I punti di infiltrazione coprono uniformemente l’area interessata. È possibile avvertire una sensazione di bruciore durante l’iniezione.

Gli effetti del botulino cominciano ad essere avvertiti dopo 4-5 giorni; dopo un mese si otterrà il massimo effetto con la sospensione della produzione di acetilcolina e di conseguenza l’impulso nervoso diretto alle ghiandole sarà sospeso lasciando integra la funzionalità di tutti gli altri organi. Dopo il trattamento non ci saranno medicazioni o fasciature né sono previsti tempi di degenza, e sarà possibile riprendere quasi subito le normali attività.
Riceverà comunque tutte le indicazioni relative ai comportamenti da tenere nelle prime ore successive alla seduta.

Iperidrosi Botulino

Il trattamento solitamente viene realizzato dopo la visita specialistica in quanto non richiede una preparazione specifica. La seduta, della durata media di 15-30 minuti, è praticata in ambulatorio senza anestesia e consiste nell’infiltrazione superficiale di Botulino tramite un sottilissimo ago. I punti di infiltrazione coprono uniformemente l’area interessata. È possibile avvertire una sensazione di bruciore durante l’iniezione.

Gli effetti del botulino cominciano ad essere avvertiti dopo 4-5 giorni; dopo un mese si otterrà il massimo effetto con la sospensione della produzione di acetilcolina e di conseguenza l’impulso nervoso diretto alle ghiandole sarà sospeso lasciando integra la funzionalità di tutti gli altri organi. Dopo il trattamento non ci saranno medicazioni o fasciature né sono previsti tempi di degenza, e sarà possibile riprendere quasi subito le normali attività.
Riceverà comunque tutte le indicazioni relative ai comportamenti da tenere nelle prime ore successive alla seduta.

Come saranno i giorni successivi?

Il trattamento della iperidrosi è mini invasivo. Non richiede alcun tipo di preparazione o di esami clinici. Non sono state riportate in letteratura medica eventi di allergie di alcun tipo. Il paziente subito dopo il trattamento può tornare alle normali attività quotidiane. Non c’è un periodo di convalescenza anche se è sempre opportuno aspettare qualche giorno per esporre la parte trattata direttamente alla luce del sole.

Non ci sono particolari effetti secondari alle iniezioni di botulino. Alcuni pazienti hanno segnalato episodi transitori di nausea ed emicrania; questi effetti scompariranno in poche ore. Le iniezioni di botulino sono comunque una soluzione temporanea e assolutamente reversibile, perciò potranno essere ripetute annualmente senza che ghiandole ed organi subiscano danni.

Quando potrò riprendere le mie attività normali?

Il trattamento dell’iperidrosi non richiede un periodo di guarigione o convalescenza. Immediatamente dopo l’iniezione si può tornare al lavoro o proseguire con le attività quotidiane. Le infiltrazioni con il botulino non comportano alcun tipo d’ accorgimento dopo il trattamento.

Come sarà il risultato?

Il botulino infiltrato nei giorni seguenti all’infiltrazione disattiva il meccanismo della sudorazione nell’area trattata. Questo effetto di blocco della iperidrosi si protrae per alcuni mesi per poi regredire progressivamente fino allo stato precedente alle iniezioni di botulino.

I numeri dell’infiltrazione di botulino per l’ iperidrosi

  • Durata dell’intervento: 15-30 min.
  • Non sono previste medicazioni successive
  • Tempo di permanenza in clinica: 1 ora
  • Ritorno al sociale: immediato