Otoplastica Domande frequenti

D: Cos’è l’otoplastica?

R: L’otoplastica è l’intervento di chirurgia estetica che modella il padiglione auricolare. In pratica l’otoplastica si occupa di migliorare l’aspetto delle orecchie.

D: Quando è consigliata l’otoplastica?

R: Come tutti gli interventi di chirurgia estetica, il primo fattore necessario per essere un buon candidato all’intervento è presentare un inestetismo sul padiglione auricolare e che questo comporti per il paziente un motivo di sofferenza psicologica.

D: L’intervento è doloroso?

R: Assolutamente no. Questa procedura – eseguita in anestesia locale e sedazione modulata, non è dolorosa. Durante la guarigione si potrà osservare un modesto gonfiore e lieve parestesia per alcuni giorni.

D: La correzione delle orecchie a sventola si può fare solo da adulti?

R: No. L’otoplastica è un intervento di chirurgia estetica che può essere realizzato in sicurezza anche in età scolare, dopo i 6 anni. L’intervento non richiede neanche l’anestesia generale, e viene somministrata una sedazione profonda in modo che il piccolo paziente non assista vigile all’intervento, restando sereno prima, durante e dopo la chirurgia. Inoltre, il padiglione auricolare non è soggetto a grosse variazioni nel corso degli anni, perciò l’intervento è definitivo. Spesso viene realizzato sui bambini per evitare loro gli scherzi e le battute dei coetanei.

D: Si vedono le cicatrici dell’otoplastica?

R: No, perché si trovano dietro l’orecchio, lungo la piega naturale del padiglione. Sono assolutamente nascoste e restano non visibili anche con i capelli molto corti o legati.

D: Con l’otoplastica si correggono solo le orecchie a sventola?

R: No, l’otoplastica può essere pianificata per correggere anche la forma dei padiglioni, come la mancanza delle naturali pliche o alcune piccole dismorfie. Si può ad esempio correggere in modo semplice e rapido anche il lobo strappato dagli orecchini.

D: Dopo l’otoplastica, si possono portare gli occhiali?

R: È meglio di no, almeno per le prime due settimane dopo l’intervento. Il peso degli occhiali potrebbe sollecitare troppo le incisioni non ancora cicatrizzate, compromettendo l’esito estetico del rimodellamento. La normale vita sociale può essere comunque ripresa anche dopo quattro-cinque giorni.

D: È un intervento pericoloso?

R. No. La limitatezza dell’azione chirurgica (non viene toccato alcun organo, osso o muscolo, ma solo il padiglione auricolare), l’anestesia locale (quindi l’assenza dei disagi da anestesia generale e la possibilità di tornare a casa dopo la fase chirurgica), e la sedazione profonda (il paziente ha la sensazione di dormire, quindi non resta vigile durante l’intervento e si sveglia quando è tutto terminato), ne fanno un intervento sicuro anche per i più piccoli. Non viene avvertito dolore in nessuna fase dell’intervento