Gonfiore del naso dopo la rinoplastica

Dopo la rinoplastica, evento chirurgico traumatico, è assolutamente normale che il corpo reagisca formando un gonfiore moderato.

Il gonfiore viene chiamato edema e si tratta dell’accumulo di liquidi nei tessuti del corpo. La formazione del gonfiore non è niente altro che la risposta normale del corpo a seguito di un qualunque tipo di trauma meccanico. La rinoplastica modifica l’anatomia del naso modellando le cartilagini e le ossa. Ci sono scollamenti cutanei ed asportazioni tissutali. La tecnica di rinoplastica causa un trauma e conseguentemente genera un processo di guarigione con la formazione di edema.

Tutti gli interventi chirurgici producono un certo gonfiore post operatorio. Questo è destinato a riassorbirsi nel corso dei giorni successivi. Nella rinoplastica moderna il gonfiore è limitato tanto da non essere più evidente dopo 10 giorni dall’intervento.

Il limitato gonfiore del naso nelle prime due settimane di convalescenza verrà completamente riassorbito durante i mesi successivi. A tale scopo il nostro personale infermieristico indicherà come facilitare l’accelerazione del processo.

rinoplastica gonfiore

Rinoplastica
Foto
Video
Costi
Consulenza
Prenota visita

Gonfiore persistente?

Nella maggioranza dei casi, il gonfiore dopo la rinoplastica è completamente riassorbito dopo un paio di mesi. E’ un processo naturale che avviene dopo qualunque tipo di trauma. La formazione dell’edema fa parte della guarigione stessa. Il riassorbimento dello stesso è il meccanismo conclusivo.

In alcuni rari casi il gonfiore al naso potrebbe non riassorbirsi del tutto e addirittura essere persistente nei mesi seguenti. Ciò può essere definito normale? Certamente non è comune ma non è necessariamente patologico. In alcuni casi il paziente dovrà aiutare il riassorbimento del gonfiore praticando digitopressione sulle specifiche zone interessate.