rinoplastica chiusa

Rinoplastica chiusa, tecnica senza cicatrici esterne

Viene chiamata rinoplastica chiusa la tecnica operatoria che prevede il rimodellamento del profilo del naso esclusivamente attraverso incisioni interne alle narici. Non sono previste incisioni esterne e conseguentemente non residuano cicatrici visibili. Ovviamente questo fatto rende la procedura tecnicamente più complessa e quindi la rinoplastica chiusa è scelta dai chirurghi estetici con maggiore esperienza e abilità.

Alla Pallaoro Medical Laser vengono eseguite molte procedure di modellamento del naso con con la tecnica chiusa. La bontà estetica è certamente maggiore proprio per l’assenza di cicatrice visibile. Quando il cambiamento volumetrico del naso è rilevante e si verifica che la pelle del naso non è adeguatamente elastica, si dovrà procedere con la rinoplastica aperta e la conseguente riduzione del tessuto in eccesso.

Nessuna cicatrice esterna

La tecnica di “closed rhinoplasty” non lascia cicatrici visibili perché non prevede incisioni esterne. Il chirurgo estetico attua l’intervento chirurgico eseguendo incisioni esclusivamente all’interno del naso. Attraverso le stesse modifica la forma della piramide nasale modellando la struttura ossea e quella cartilaginea. La rinoplastica nella maggioranza dei casi prevede la riduzione del volume del naso. Per attuare la rinoplastica chiusa è importante che la pelle del naso sia elastica per assecondare il cambiamento morfologico,

Cosa è la rinoplastica chiusa?

La rinoplastica chiusa è una tecnica chirurgica che permette di modificare la struttura e la forma del naso attraverso incisioni effettuate all’interno delle narici, quindi senza tagli esterni visibili. Questo metodo consente al chirurgo di accedere alla struttura ossea e cartilaginea del naso, apportando le modifiche desiderate con una maggiore discrezione rispetto alla tecnica aperta.

Perché scegliere questa tecnica?

Optare per una rinoplastica chiusa offre diversi vantaggi, tra cui una cicatrizzazione più rapida e una riduzione del gonfiore post-operatorio, grazie all’assenza di incisioni esterne. Inoltre, questa tecnica tende a ridurre i tempi di recupero, permettendo ai pazienti di ritornare alle loro attività quotidiane in un periodo più breve. È particolarmente indicata per coloro che desiderano un miglioramento estetico senza segni evidenti di intervento chirurgico.

Vantaggi della rinoplastica chiusa

Oltre ai benefici già menzionati, la rinoplastica chiusa presenta altri vantaggi. La mancanza di cicatrici visibili è certamente uno degli aspetti più apprezzati, ma anche il minor trauma tissutale, che comporta generalmente meno ematomi e gonfiori, merita attenzione. Inoltre, i tempi di intervento sono spesso più brevi rispetto alla tecnica aperta, e il recupero post-operatorio è meno doloroso.

Differenze tra rinoplastica chiusa e rinoplastica aperta

La principale differenza tra le tecniche di rinoplastica chiusa e aperta risiede nel sito di incisione. Mentre la rinoplastica chiusa comporta incisioni all’interno delle narici, la rinoplastica aperta prevede un’incisione esterna sulla columella, la parte di tessuto che separa le narici. Questo permette una maggiore esposizione delle strutture nasali durante l’intervento, offrendo al chirurgo una visibilità completa per modifiche più estese o complesse.

Anatomia e rinoplastica chiusa

Quando si procede al modellamento del naso con questa tecnica, la visibilità delle strutture anatomiche è certamente limitata e quindi il chirurgo dovrà procedere con una sensibilità operatoria di livello elevato. Modificare la piramide nasale attraverso le narici richiede una conoscenza particolare dell’anatomia del naso e dei meccanismi chirurgici efficaci per modificare la forma in ogni suo aspetto.

Il naso è sommariamente composto da una struttura ossea e da una cartilaginea. Le modificazioni da apportare a queste per “creare” un naso coerente con l’estetica generale del viso sono puntuali e specifiche. La rinoplastica è ben fatta quando il risultato dell’intervento è naturale.