Prima della rinoplastica

Riassumiamo in questa sezione le principali indicazioni per i pazienti che si devono operare al naso. Queste linee guida hanno un valore indicativo, perché prescrizioni più dettagliate e personalizzate vengono fornite dopo la prima visita con il dottor Pallaoro.

Rinoplastica: Preparazione dei giorni prima

Fondamentale è che il paziente che si sottopone alla rinoplastica (ma anche in generale per ogni intervento di chirurgia estetica) goda di buona salute e che i suoi tessuti siano idonei all’intervento scelto.

Per valutare ciò, il chirurgo e lo specialista anestesista devono valutare prima dell’intervento le analisi del sangue e l’elettrocardiogramma, quali ulteriori accertamenti oltre alla visita di prassi. I tempi per fare tali indagini possono essere da tre mesi a due settimane prima della data stabilita per la rinoplastica.

Perché il corpo risponda al meglio all’intervento chirurgico è utile ridurre/smettere di fumare il mese precedente ed evitare del tutto il fumo almeno una settimana prima della rinoplastica.

Allo stesso modo va evitata l’assunzione di aspirina e di tutti i farmaci che contengono lo stesso principio attivo, perché interferisce con la corretta coagulazione. Se si assumono regolarmente altri farmaci, nel corso della prima visita, il chirurgo fornisce le indicazioni precise sul comportamento da tenere.

Rinoplastica: Preparazione del giorno prima

Il giorno precedente l’intervento di rinoplastica, il paziente viene contattato dal personale di accoglienza per ricevere le ultime indicazioni sulla preparazione preoperatoria e l’orario d’arrivo. In sintesi il paziente non deve più assumere cibi solidi né liquidi dalla mezzanotte della sera prima e deve seguire le eventuali altre prescrizioni fornite.

Il giorno dell’intervento di rinoplastica

Il paziente si presenta presso la clinica a digiuno, senza trucco e senza smalto alle unghie. Gli abiti che indossa devono essere aperti sul davanti e larghi, in modo da essere infilati senza urtare il naso e senza fastidio.

Il paziente deve essere accompagnato da qualcuno che poi la sera dovrà riaccompagnarlo a casa. L’accompagnatore è una presenza fondamentale per tutti gli interventi di chirurgia estetica e riceve le indicazioni precise sui farmaci da acquistare (qualora non si sia provveduto prima) e sui tempi e modalità di medicazione. Quando l’intervento è stato realizzato e il paziente, opportunamente monitorato nel risveglio e medicato, è pronto per la dimissione, lo staff di accoglienza contatta l’accompagnatore.

Consulenza online

Domande sulla rinoplastica

Il tuo cambiamento inizia con l'informazione!

Dopo quanti giorni della rinoplastica posso andare in ferie?

Se le ferie non prevede l’esposizione ai raggi solari si può programmare le ferie dopo 15 giorni dall’ intervento. Se invece si tratta di esporsi al sole è vietato prima della specifica autorizzazione del chirurgo e comunque non prima di 2 mesi.
Consulenza online

Nostra rinoplastica in Italia