Trapianto capelli: rischi e complicanze

Un argomento molto importante da approfondire in sede di visita medica è la possibilità che qualcosa non vada per il verso giusto. Tutti gli interventi chirurgici – incluso il trapianto capelli – presentano rischi e possibili complicanze. Chi decide di operarsi senza essere consapevole dei rischi e complicanze dell’ intervento non compie una scelta matura e consapevole.

Le tecniche di trapianto capelli si sono evolute moltissimo negli ultimi decenni e le complicanze si sono ridotte in maniera inversamente proporzionale. In passato le tecniche erano molto invasive e traumatiche e quindi la probabilità che si avverasse qualche rischio era alta. Oggi molte complicanze sono addirittura scomparse a seguito dell’attuazione di tecniche meno invasive.

La tecnica di trapianto capelli della Pallaoro Medical Laser preleva una unità follicolare alla volta dalla zona posteriore o laterale della testa e la impianta nella zona ricevente. Ciò esclude la maggioranza dei rischi rilevanti.

In questa sede approfondiamo i rischi della chirurgia dei capelli in generale indicando il grado di coinvolgimento della nostra tecnica per ciascun rischio.

Definizioni:

Rischio: Probabilità che si verifichi un evento avverso
Complicanza: Evento avverso

Consulenza trapianto capelli

Rischio infezione

L’ infezione è una complicanza relativamente comune negli interventi chirurgici ma con una probabilità estremamente bassa nel trapianto capelli con estrazione a singole unità follicolari. La probabilità di questa complicanza sale sostanzialmente con la tecnica dell’ escissione del cuoio capelluto. Risulta ovvio che per la gestione di questo rischio occorrerà garantire la sterilità degli strumenti chirurgici, della sala operatoria e del chirurgo / staff. Alla Pallaoro Medical Laser l’ intervento viene realizzato in un blocco operatorio a norma di legge con tutti gli accorgimenti per il controllo dell’ infezioni. Questa complicanza non è mai stata rilevata nella nostra struttura.

Eccessivo sanguinamento

L’ eccessivo sanguinamento può rendere problematico l’intervento di trapianto dei capelli sotto diversi punti di vista. In primo luogo se durante il prelievo delle unità follicolari si dovesse verificare un eccessivo sanguinamento, la capacità di estrarre i follicoli in maniera integra si riduce. In secondo luogo se durante l’impianto delle unità follicolari si dovesse verificare un eccessivo sanguinamento (emorragia), ciò comporterebbe un non agevole posizionamento e mantenimento in sede dei capelli impiantati. Questa complicanza interessa la nostra tecnica e per prevenirla completamente si procede all’ anestesia locale con infiltrazione di un farmaco vasocostrittore che riduce l’afflusso di sangue nel campo operatorio per qualche ora. Con questo protocollo l’ incidenza del rischio è minima.

 

Cicatrici visibili

Le cicatrici sono una prerogativa della tecnica classica con escissione del cuoio capelluto. Nella tecnica attuata alla Pallaoro Medical Laser le cicatrici sono per definizione inesistenti. L’incidenza di questo rischio nella tecnica classica è alta e può pesantemente inficiare l’ estetica del risultato. Ciò diventa ancora più drammatico nel caso in cui il paziente operato desiderasse tenere i capelli molto corti.

 

Necrosi cutanea

La necrosi è una pesante complicanza totalmente assente nella nostra tecnica. Si tratta della morte di una porzione di tessuto cutaneo a seguito del trauma chirurgico che ha reso poco irrorata la zona in questione. Nella tecnica tradizionale la lunga incisione del cuoio capelluto può comportare danni vascolari importanti e quindi non permettere di affluire in maniera sufficiente il sangue. In tal caso la necrosi sarà inevitabile. La porzione di cuoio capelluto morta guarisce formando una cicatrice di pari dimensione.

 

Parestesia cutanea

Qualunque trauma chirurgico comporta danni più o meno importanti al sistema nervoso superficiale con conseguenti parestesie (sensibilità modificata). Anche la nostra tecnica può provocare  questo tipo di problema ma essendo una tecnica che non prevede incisioni, il trauma è per forza piccolo e quindi si risolve in maniera spontanea. La tecnica classica con l’incisione lunga dietro la testa comporta il taglio di nervi più importanti e quindi può provocare ampie zone di parestesia anche permanenti.

 

Aspettative irrealistiche sul risultato

La soddisfazione del paziente è legata all’ esecuzione corretta dell’intervento ma anche alle aspettative del paziente stesso. Se il soggetto si aspetta un risultato impossibile, non potrà mai essere pienamente soddisfatto. Il trapianto non fa altro che spostare i capelli da una zona all’ altra e quindi il numero complessivo di capelli alla fine risulta invariato. Chi presenta una zona alopecica ampia non potrà aspettarsi di avere una pari densità ovunque.Per gestire questo rischio è molto importante approfondire le aspettative del paziente in sede di visita. Chiarire subito ciò che è ottenibile consente al candidato di decidere se operarsi o meno in maniera consapevole.

Spesso i paziente possono essere influenzati da mirabolanti risultati ottenuti da qualche celebrità che invece sono ottenuti indossando una tricoprotesi (parruca).

Perdita ulteriore di capelli

I capelli trapiantati non cadono e non cadranno mai. I capelli che sono “nati” nella zona diradata sono invece a rischio di caduta. Dopo l’ottenimento del buon risultato chirurgico , è possibile che si verifiche negli anni un’ ulteriore perdita di capelli. Si dovrà successivamente correre ai ripari rinfoltendo la zona successivamente diradatasi.

Per ridurre questo rischio sono possibili terapie mediche di verificata efficacia. Queste consentono di arrestare la caduta dei capelli.

 

Effluvium post trapianto

Questa è una complicanza possibile anche con la nostra tecnica anche se con incidenza molto meno frequente rispetto a quella classica. Si tratta della copiosa perdita di capelli dall’ area donatrice a seguito del trauma chirurgico provocato durante l’internvento. È una complicanza estremamente fastidiosa perché condanna il paziente a vivere alcuni mesi con chiazze alopeciche. Fortunatamente questo tipo di alopecia è reversibile spontaneamente e quindi non si potrà fare altro che attendere il ciclo normale dei capelli.

Si rimanda alla visita medica l’esaustiva disamina delle complicanze del trapianto capelli ricordando che la tecnica Pallaoro Medical Laser – essendo caratterizzata da bassa invasività – presenta bassa incidenza e rischi di non rilevante entità.

Trapianto Capelli Milano

Si potrebbe riassumere tutto in una parola “PERFETTO”. Chiunque desidera prendersi cura di se stesso e dare un tocco di estetica oltre alla salute,lo consiglio vivamente. La spesa e ampliamente compensata dal risultato ottenuto...

N.C. - 43 anni
Milano
Trapianto Capelli Milano

Si potrebbe riassumere tutto in una parola “PERFETTO”. Chiunque desidera prendersi cura di se stesso e dare un tocco di estetica oltre alla salute,lo consiglio vivamente. La spesa e ampliamente compensata dal risultato ottenuto...

N.C. - 43 anni
Milano
alta-densita-80Cosa vuol dire alta densità di trapianto?

Quanto si esegue una procedura di trapianto di pregio qualitativo è fondamentale procedere con l'impianto ad alta densità. La densità naturale è di almeno 80 unità follicolari per centimetro quadrato.

La nostra tecnica di trapianto permette di impiantare in una unica seduta un numero analogo e quindi - dopo il periodo di attesa per l'inizio della piena ricrescita - osservare un risultato dall'aspetto naturale sia dal punto di vista quantitativo (numero di U.F.) che qualitativo (inclinazione follicoli).